Carburante sbagliato nel serbatoio dell’auto, ecco come comportarsi

Carburante sbagliato nel serbatoio dell’auto, ecco come comportarsi

Come bisogna comportarsi quando si introduce per errore della benzina in un motore diesel o viceversa? È possibile chiedere il rimborso degli eventuali danni al benzinaio? Quali sono i rischi? Cerchiamo di fare chiarezza.

Potrebbe sembrare la classica situazione che di solito accade agli altri. In realtà non è così difficile che si verifichi, a chiunque: parliamo di immettere un carburante sbagliato nel serbatoio di un’auto. Come bisogna comportarsi in situazioni del genere? Su chi ricade la colpa? Cerchiamo di fare chiarezza.

Far girare un motore con il carburante sbagliato rischia seriamente di comprometterne il funzionamento, a volte anche in forma irreversibile. La prima cosa da fare è quindi accorgersi il prima possibile dell’errore e fermarsi. In particolare, la benzina verde in un propulsore diesel tende a creare più danni rispetto alla situazione inversa. Ma distinguiamo le due situazioni e scopriamo cosa a fare a seconda della circostanza.

INSERIRE GASOLIO IN UN MOTORE A BENZINA

Come anticipato, questo caso è il caso meno grave. Nel caso in cui la quantità di gasolio immesso fosse inferiore ai 7/8 litri, infatti, potrebbe bastare un pieno di benzina e, una volta arrivati a metà, un altro pieno per poter smaltire lentamente il gasolio residuo. Tuttavia, consigliamo comunque di far visionare l’auto da un meccanico, per evitare brutte sorprese.

INSERIRE BENZINA IN UN MOTORE DIESEL

Questo caso è invece quello più rischioso. La composizione della benzina, infatti, potrebbe causare il blocco del sistema di iniezione e della pompa del gasolio. In questo caso è quindi molto importante chiamare subito un carroattrezzi evitando assolutamente di accendere il motore. Nel caso in cui la vettura fosse dotata di filtro anti polveri sottili, inoltre, la benzina potrebbe addirittura incendiare il filtro. L’unica cosa da fare è quindi svuotare il serbatoio, sostituire il filtro e controllare pistoni e valvole.

IL BENZINAIO DEVE RISARCIRE IL DANNO?

Terminiamo questa breve guida cercando di rispondere ad una domanda che sorge spontanea in tali circostanze: di chi è la colpa? Dipende, in realtà. Nel caso lo sportello carburante del proprio veicolo segnali il tipo di carburante adatto, ed a fare il rifornimento fosse il benzinaio, sarebbe possibile fare causa al gestore dell’impianto. Nel caso in cui la distrazione fosse del proprietario del veicolo, invece, sarebbe impossibile fare causa a qualcuno, accollandosi quindi i costi di riparazione.

LA SICUREZZA PRIMA DI TUTTO

Se dovesse capitarti una situazione del genere ti consigliamo comunque di contattare un professionista e fare un check della tua auto. Ciò comporterebbe un costo, ovviamente, inferiore però a quello che ti troveresti a dover affrontare forzatamente nel caso un danno più importante dovesse presentarsi in seguito all’errore.